Comano, RSI, 25.03.2015 - La Radio Televisione Svizzera di lingua italiana (RSI) dedica una parte del "Quotidiano" all' Assemblea dell'Associazione per un Territorio senza Grandi Predatori di venerdì 20 marzo 2015 a Tiefencastel

Siamo contenti che la RSI ci dedica un poco di attenzione. Siamo però meno contenti di non essere stati invitati nello Studio di Comano per un contradditorio con la "sedicente" esperta di orsi in Svizzera del WWF, Joanna Schönenberger, che ha potuto dichiarare per mezzo della TV di Stato, senza tema di smentita, che ci sono tanti agricoltori ed allevatori che riescono a convivere con il lupo e l'orso e che se si realizzano le misure di protezione i problemi per loro si risolvono.

Joanna Schönenberger

Comunque anche senza contradditorio le risposte dell'esperta alle domande critiche del giornalista Alain Melchionda non sono per niente convincenti.

Clicca qui per vedere la trasmissione dal titolo "L'orso e il lupo in casa"

 

Lascia un tuo commento

Post comment as a guest

0
  • Ospite (comparsa/scomparsa)

    Gli esperti, o le persone considerate o che si considerano tali, hanno diritto a esprimere la loro opinione, ma anche ognuno degli altri ne ha diritto, non perché una persona ha personalmente conseguito talune qualifiche ha diritto di imporre la sua volontà e decidere delle vite degli altri.
    Le leggi e vari regolamenti emanati senza che i più tanti ne siano nemmeno a conoscenza devono essere formate tenendo conto dei diritti umani per essere moralmente ed eticamente valide e pretendere che siano giustamente accettate. Ma il problema è proprio questo, nella città soprattutto, nella vita moderna, come si può notare, l'uomo è diventato ebete, incapace di un'opinione diversa e pronto ad accettare qualsiasi cosa, come guidato sui binari per ogni scelta,  scagliarsi contro quello che ieri era l'amico, contro chi si è conosciuto giusto e onesto, rinunciare ai diritti umani (ma solo per gli altri, non per sé stessi. Cioè anche illudendosi ingenuamente che possa essere così) accettare, aiutare, che una persona sia colpevolizzata e discriminata senza che le sia mai chiesto nulla in proposito, rifiutare ciò che sarebbe buono e compiere scelte negative, anche per il futuro, nella speranza del minimo interesse immediato personale, di favoritismi, di lavoro, dell'illusione di appartenere ed essere considerati di categoria superiore, adottando tali vili atteggiamenti, negando l'evidenza,  persino chiudersi in una tale gabbia, attorniato e minacciato da lupi e orsi.

    Like 0
Visite agli articoli
1044458

Abbiamo 51 visitatori e nessun utente online