È incredibile come il WWF in modo scorretto ha inoltrato la petizione: senza mittente, senza testo e senza firme. Lo conferma il Presidente del Governo del Cantone dei Grigioni, Mario Cavigelli

La petizione ha numerosi vizi di forma e quindi non è valida. "Il numero di firme per una petizione non è definito, quindi ne basterebbe anche solo una, ma deve essere valida!". Così si esprime il Consigliere di Stato e Presidente del Governo Mario Cavigelli su richiesta del Il quotidiano "Die Südostschweiz".  "Stiamo ancora aspettando il testo della petizione. La validità di una petizione è data quando il contenuto è corretto. Inoltre, le firme devono essere in forma scritta ed indicare il mittente,  ma  non abbiamo ancora ricevuto né il testo né le firme".

Brutta figura per il WWF

Il quotidiano "Die Südostschweiz" ha chiesto una presa di posizione al WWF.  Correndo ai ripari, il WWF afferma che  l'elenco delle firme sarà trasmesso nei prossimi giorni.  Noi riteniamo che sia inconcepibile come una associazione guidata da professionisti possa consegnare una petizione senza firme e senza testo, vantandosi di aver raccolto 22'509 firme. Ma si sa, che chi ha perso il contatto con la realtà e vuole introdurre gli orsi (con i radiocollari) in zone abitate, ha perso anche il rispetto per le istituzioni e per i diritti politici che queste garantiscono.

Inoltre nella sua risposta al quotidiano, il WWF conferma la nostra affermazione che si poteva firmare più volte: "C'è sempre la possibilità che qualcuno partecipi con più indirizzi di posta elettronica a una petizione online".

 

Visite agli articoli
924974

Abbiamo 165 visitatori e nessun utente online