Pinzolo, 16 agosto 2014 - Si chiama Daniele Maturi, ha 38 anni e dove vive lo chiamano “il Carnera del Trentino”. Quel fisico da pugile che gli è valso il soprannome gli ha con tutta probabilità salvato la vita.

Maturi, infatti, è il cercatore di funghi che nei boschi vicino Pinzolo qualche giorno fa si è imbattuto nell’orsa Daniza coi suoi piccoli e dall’orsa è stato aggredito. Maturi si è difeso a pugni e anche se nello scontro ha avuto la peggio: ferite a gambe e schiena per un totale di 40 punti di sutura, gli è andata bene. Ha fatto a pugni con un' orsa ed è vivo per raccontarlo. Alle telecamere di Rainews mostra anche lo scarpone masticato da Daniza.

Daniele Maturi dopo l'aggressione di Daniza

Trascriviamo il racconto fatto a Rainews. "Sono vivo per miracolo. Quando ho visto l'orsa con i due cuccioli mi sono girato per allontanarmi ed ero calmo. Ma l’orsa mi ha sentito ed è iniziato il pandemonio” – parole testuali dell’aggredito- “Sembrava matta, mi ha rincorso, mi ha preso con una zampa sulla schiena e mi ha fatto un buco, “ e indica la schiena –“mi ha buttato a terra, mi è saltata addosso!.” Continua Daniele Maturi: “Io ho cercato di difendermi a pugni e a calci, un pugno gli è andato in bocca, mi ha morso, “ -e mostra la mano fasciata- ”Poi mi ha graffiato la coscia e il ginocchio, 40 punti, poi mi ha morso un piede,” – e fa vedere un grosso scarpone a brandelli- “e mi trascinava per il piede e io calci e pugni, finché son riuscito a liberarmi!."

Dopo questo attacco gli esperti del WWF, di Pro Natura e del gruppo Kora dovranno rielaborare i volantini su come comportarsi quando si incontra un orso che non scappa, ma ti insegue. Infatti nel loro volantino sta scritto di non mettersi a correre, di rimanere calmi, di parlare a voce alta e se l'orso si avvicina mettersi a carponi con la schiena rivolta verso l'alto e proteggersi la testa con le mani. 

C'è un piccolo inconveniente: con una sola zampata l'orso ti mette a nudo la colonna vertebrale. Basta vedere le foto delle pecore, degli asini e delle mucche che sono finite sotto le grinfie di orsi. In questo sito ne troverere diverse. Ora come nel caso del recinto elettrico triplo a prova di orso che non ha fatto nemmeno il solletico a M25 in cui il WWF ha subito sentenziato che ci vuole un filo elettrico in più, in questo caso sentenzierà che i cercatori di funghi devono andare nei boschi con la corazza.  Ma si sa, gli esperti sono pagati per fare gli esperti e non per avere il buon senso della gente comune. 

 

 

Visite agli articoli
1540870

Abbiamo 29 visitatori e nessun utente online